header

Magda Negri

header

Lunedì scorso ho effettuato una visita istituzionale, come membro della IV Commissione del Senato, alla alla Scuola di Applicazione di Torino. Una visita che desideravo tanto fare per andare ad assistere a una lezione. La desideravo per motivi  culturali e didattici, per capire come vengono formati i quadri medio-alti dell’Esercito italiano. Splendida lezione del professor Rivello al Master di II livello di Scienze strategiche  sul rapporto fra diritto internazionale penale  e la giurisdizione nazionale e internazionale, con una ricca casistica  sulla violazione del diritto  internazionale (ad esempio in Ruanda) nelle missioni dei militari all’estero.

Paradossalmente l’applicazione  del codice militare  consentirebbe nei teatri di guerra un più severo recepimento dell’art. 28 della Convenzione di Ginevra. Si è anche trattato di regole di ingaggio. L’Esercito Usa accompagna le truppe con i suoi avvocati e giuristi  nei teatri di guerra per valutare la congruità delle regole di ingaggio. Più complicata la situazione italiana  dove l’obbligatorietà della legislazione penale rende più severa  la individuazione del reato e la pena connessa.  Purtroppo questa interessante lezione è un po’ il canto del cigno del corso.

A causa del taglio delle risorse del Governo di centro-destra ci sarà la sospensione del Master di II livello.  L’atmosfera nella Scuola di applicazione che colgo fra ufficiali e cadetti è più “democratica” ache nell’Aeronautica o nella Marina.  L’Esercito rispetto a questi due corpi ha una sorta di “contenzioso”  sulla sproporzione di risorse  destinate ai sistemi d’arma. Op pranzato con 300 ufficiali e sottoufficiali quasi tutti del Sud, disciplinatissimi  e non oltre i 25 anni, ma l’uniforme li rendeva più maturi. Esiste  ed emerge dalle visite che sto facendo una specifica questione di giustizia sociale nell’Esercito che riguarda l’attribuzione degli alloggi di servizio.

Molti comandanti con le loro famiglie, anche se in pensione, continuano a occuparli. E così ad esempio molti candidati  ai corsi superiori per lo Stato maggiore che sono a Roma rinunciano  perché taglieggiati dagli alti affitti.  Anche nell’esercito  si riproducono   meccanismi per cui il merito trova difficoltà a emergere a causa della disparità delle condizioni economiche della famiglia di origine

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico