header

Magda Negri

header

Ho partecipato al Cicolo dei lettori  di Torino al dibattito ran: un paese al bivio lunedì 29 giugno 2009. Sono intervenuti Mercedes Bresso,  con una ottima relazione, Pietro Marcenaro, Ibrahim Osmani e Farian Sabahi. Non sono mancate le tensioni in sala.

Le donne e gli uomini dell’Iran, anche con la loro alta partecipazione alle elezioni presidenziali dello scorso 12 giugno, hanno dimostrato la possibilità e la maturità di un cambiamento non solo nella sfera politica ma anche in quella della società e della vita civile. La riconferma del presidente Mahmoud Ahmaninejad ha provocato a Teheran e in altre città del paese manifestazioni di massa e apre un conflitto che investe le stesse classi dirigenti iraniane.

“Where is my vote”: con questa parola d’ordine gran parte degli iraniani hanno contestato un risultato elettorale truccato e sostenuto la richiesta di Moussavi di ripetere il voto. Le autorità iraniane hanno represso con violenza il dissenso causando morti e feriti. I giornalisti iraniani sono stati minacciati e arrestati, i giornalisti stranieri sono stati rimpatriati o tenuti lontani dalle strade. La censura cerca di impedire qualsiasi informazione. Il Consiglio dei guardiani ha dichiarato che le violazioni riscontrate nelle svolgimento delle elezioni del 12 giugno non sono sufficienti per annullare i risultati, contestati dall’opposizione.

Stati Uniti ed Europa oscillano tra realpolitik e condanna della violenza di regime. Nel corso della serata qualche perplessità ha destato  l'intervento di due giovani, presentati dalla Sabahi come due ragazzi che vanno e vengono regolarmente dall'Iran. Molto filogovernativa la loro posizione ;  hanno anche parlato di video manipolati girati per attaccare il regime. Mi chiedo: come fanno due giovani ad andare e venire regolarmente e tranquillamente  dall Iran se non hanno appoggi o rapporti con il Governo del paese?

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico