header

Magda Negri

header

Ore 10- Teatro Regio. Partecipo all’inaugurazione dell’anno accademico. Nell’intervento del Rettore Pelizzetti molto i temi trattati, ma sullo sfondo un intento a tratti un po’ autocelebrativo,e la critica contro quello che definisce “l’accanimento” con cui il sistema universitario viene spesso attaccato.”Da un lato – ha anche detto il Rettore- la riduzione del ruolo dell’Università a quello di mero produttore di tecnologie utili per l’innovazione del sistema economico e dall’altro il nulla totale che la cultura corrente fa per elevare il prestigio del sapere”. Si è parlato anche di internazionalizzazione: “gli iscritti non italiani- ha ricordato con soddisfazione Pelizzetti – sono il 3%, a fronte di una media nazionale dell’1,8%, cui si aggiungono i numeri relativi al post-laurea”.
Non si può non notare la differenza di approccio rispetto al Rettore del Politecnico Profumo, intervenuto il 16 gennaio scorso alla Camera del Lavoro all’incontro sulla mozione Fassino con il ministro Bersani: “al Politecnico – ha ricordato Profumo – il 5% degli studenti sono stranieri, una percentuale da non sottovalutare, che però è inferiore rispetto a quanto accade in altre università e all'estero”.
Da Profumo era anche stata sottolineata la necessità di una riforma della governance universitaria. Argomento non affrontato all’inaugurazione dell’anno accademico, cui è intervenuto anche il ministro Nicolai, da Pellizzetti, come non è stato toccato nemmeno quello del progetto di un’ "Università privata o con i privati" a Torino, di cui si è parlato nelle scorse settimane. Ricchissimo di spunti, anche critici, l'intervento del presidnete del Senato degli studenti Matteo Mereu. Interessante poi l’idea del campus urbano, che grazie alle opere di edilizia universitaria  dell'ateneo torinese realizzate, in fase esecutiva o in progetto, la città si ritroverà ad avere: “uno straordinario cammino della scienza e della conoscenza – lo ha descritto così Pelizzetti- dal centro storico e dal Rettorato lungo l’asse di via Verdi, di via Sant’Ottavio, di corso Regina Margherita, del Lungodora, porterà ai piedi della collina di Superga,in una successione pressoché continua di sedi universitarie e architetture di alto pregio”.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico