header

Magda Negri

header

Venerdì i giovani democratici  hanno organizzato una vista alle carceri. Sono stata all’Istituto minorile Ferrante Aporti di Torino: un’esperienza qualificante.  Una brava giovane direttrice, personale e operatori di grande umanità. Solo 39 ospiti, quasi tutti Rom ed extracomunitari: sono dentro per piccoli furti, qualcuno è recidivo, mandati qui anche dal Tribunale di Bologna e Venezia. Hanno dai 16 ai 21 anni, c’è anche una rumena con un bimbo di due. Troviamo laboratori di ceramica e legno, lingua italiana. Ci si sforza di riconvertire attitudini mal espresso verso nuove capacità organizzative. Questi ragazzi stranieri imparano facilmente l’italiano. Per le ragazze c’è il laboratorio di coiffeur, ma il  rischio di ricadere nell’illegalità appena fuori è altissimo. La condizione familiare è determinante  e il problema è l’impatto fuori dal carcere con un reinserimento molto difficoltoso. Scopriamo che dal 1975 il Governo dovrebbe esercitare  la  delega per la differenziazione del regime carcerario dei minorenni  dagli adulti.  Sono stati enti locali e e volontari  a farlo finora. Il governo non ha esercitato la delega. Il senatore Mauro Marino e io approfondiremo. E per il rotto della cuffia, con l’intervento della magistratura minorile, si è evitato che il  Governo Berlusconi abolisse la specificità del regime carcerario minorile.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico