header

Magda Negri

header

Ieri Gramelllini su La Stampa e Il Foglio hanno riassunto al meglio quanto accaduto giovedì alla direzione del Pd. Per la minoranza astenersi o non votare è stato lo stesso.Impressionante l'intervento di Franceschini: come se non ci fosse stato il 14 dicembre. Difende l'alleanza di emergenza  del 'tutto tranne Berlusconi'. Sicuro che fra poco arriverà il governo tecnico. Della serie "Provaci ancora Sam", il ribaltone riuscirà.Enfatizza sulla perfetta equivalenza e circolarità delle alleanze, da Vendola a Fini.

Fossi stata Gentiloni, dopo il volgare intervento di Bressa, avrei rimesso volentieri gli incarichi, tenendo aperta la questione. La strategia del congresso del 2009 che ha drogato il Pd su un obiettivo ribaltonista-parlamentare contro il governo del centro destra ha proposto e propone una santa alleanza contro il dittatore morente. Ma questa strategia è davvero finita. La maggioranza  continua ad aggrapparsi a questo, ma quello che emerge è l'inadeguatezza politica programmatica. Il 22 al Lingotto a torino, dove ci sarà l'incontro di Modem, contribuiremo  a una strategia programmatica veramente alternativa, certo cosa più faticosa del disegno del rassemblement di tutti contro il Cavaliere.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico