header

Magda Negri

header

Le celebrazioni dei 150 anni  torinesi hanno due soli veri protagonisti. La gente entrata nel vero clima della rievocazione storica  senza retorica e il Presidente Napolitano. Nel suo discorso a Torino  ha dato rilievo al tema dell’autonomismo e del federalismo. Cosa non facile  perché  a rischio di polemiche contingenti. Quando gli si è rotta la voce  sul concetto di umiltà del lavoro politico come servizio, ha magicamente riscattato mesi di gossip e umiliazioni  e involgarimento della politica, come si è sedimentata nel senso comune.

Miracolo della comunicazione  che solo un comunicatore legittimato come il Presidente poteva realizzare. Si sentono dietro decenni di lavoro politico e intellettuale, di comportamenti irreprensibili, di quella statura che i politici contemporanei sembrano non più poter avere. Alla cerimonia dell’ammainabandiera a Torino la fanfare taurinense ha lasciato piazza Castello cantando il proprio inno in piemontese, alla faccia del Governatore Cota!!

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico