header

Magda Negri

header

Oggi si tiene il MEMORIAL GIANNA DI CARO di storia  e didattica della storia, organizzato dal Cidi, a Torino. Sono impegnata in aula tutto il giorno e non posso esserci, ma ho voluto far pervenire un mio ricordo di Gianna:

"Conservo come voi numerosi ricordi di Gianna Di Caro. Uno per tutti: eravamo nel grande salone blu della Federazione torinese del Pci, in una affollata riunione della Commissione scuola, della quale mi era stata affidata da pochi mesi la responsabilità. Era la fine degli anni’70. Gianna fece uno splendido intervento e Gianni Giardiello ammirato esclamò: “sei sempre la più brava”. Era davvero la più brava e, inoltre, era una donna consapevole del suo valore, della sua femminilità, della sua vita controcorrente. L’ho persa poi di vista, quando decise di tornare nella sua Rimini, e Laura Meli riportava notizie del suo impegno mai interrotto. E’ una gran cosa aver dedicato a lei questo vostro convegno del Cidi, affinché il valore di biografie come quella di Gianna restino- per usare un’ espressione un po’ antica- come testimonianza ed esempio. E di esempi abbiamo tutti davvero un infinito bisogno.
Buon lavoro".

Magda Negri

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico