header

Magda Negri

header

Commovente e magnifica la cerimonia in Senato per festeggiare i 90 anni di Emanuele Macaluso alla presenza del Presidente Napolitano.

90 anni all'attacco, a capire il mondo che cambia, a scrivere, organizzare, ingaggiare battaglie culturali.

Molto bella la prolusione del Professor Massimo Salvadori:

Alla fine, ringraziandoci, il mio caro amico Emanuele si è commosso, ricordando come si iscrisse al PCI clandestino nel 1941 a Caltanisetta. Non sapeva chi fossero Marx o Gramsci o Salvemini - era un giovane studente dell'Istituto di Mineralogia - ma lo avevano affascinato le figure dei minatori, di suo padre ferroviere, lo aveva colpito la miseria della condizione femminile, di donne umiliate e percosse dai loro mariti.

Fra i suoi eroi, insieme a Di Vittorio e a Togliatti, l'organizzatore comunista Calà, un uomo di trent'anni che si occupava della biblioteca clandestina a Caltanisetta, faceva leggere a loro, ragazzi, romanzi libri di avventura, di storia e anche Gramsci. Quando fu colpito dai bombardamenti quasi perse una gamba ma tornò nella casa ridotta in macerie per sottrarre i libri ai fascisti. Non andò all’ospedale ma tornò in biblioteca e lì morì, nel 1941.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico