header

Magda Negri

header

Caro Dario,

Spero che le nervose scansioni temporali con cui Dario Franceschini qualifica la sua candidatura ('non lasciare il partito a quelli che c'erano prima di lui') non diventino materia del confronto congressuale.

Caro Dario, prima della primavera 2007, quando il mio e il tuo partito decisero di cessare ogni autonoma attività e diedero avvio al processo del PD, la più parte di noi avevano una lunga e ricca militanza.

Anche tu avevi una ricca militanza nella Democrazia cristiana e Partito popolare, prima di assumere rilevanti ruoli di gestione diretta nell'Ulivo e nel PD.

Tutti abbiamo un prima, per fortuna è una ricchezza e auguriamoci che le giovanissime generazione - ma parliamo dei ventenni e non dei quarantenni - scrivano, anche con i nostri appunti, pagine nuove.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico