header

Magda Negri

header


COMUNICATO STAMPA

"Acceleriamo la fase costituente del Partito democratico"
 
 
senatore Negri: "Troppi eccessi d'interesse per quote e rappresentanze"   

"Mi auguro che le proposte del senatore Bordon sull' accelerazione e la forma della fase costituente del Partito democratico, dopo la conclusione dei congressi di DS e Margherita, non cadano nel vuoto. Sono, peraltro molto affini a quelle recentemente avanzate dall'area liberal dei DS, con la relazione di Michele Salvati e le conclusioni di Enrico Morando". A dichiararlo è la senatrice Magda Negri del gruppo Per le Autonomie di Palazzo Madama. "Avverto anch'io prosegue la parlamentare piemontese eletta nelle liste della Quercia - un eccesso di interesse sulle rappresentanze  e le quote di potere degli organismi di direzione e degli esecutivi di partiti che stanno celebrando il loro ultimo congresso e si apprestano a costruire un partito nuovo". Per la Negri "bisogna occuparsi del nuovo e si lavori alla costruzione dell'assemblea costituente con liste politiche nazionali, superando da subito gli steccati di Ds e Margherita e aprendoci ad una vasta platea di nuovi militanti e di nuovi iscritti.  Liste concorrenti fra di loro per selezionare la composizione dell'assemblea costituente e dei futuri livelli dirigenti. Potremo così volgere in positivo il rischio di resistenze burocratiche che oggettivamente sono albergate in questa prima fase. Non basterà forse un euro  -conclude - per diventare soggetti decisori delle proposte politiche e elettori delle liste, ma, tant'è, il processo è questo e potrebbe essere inarrestabile".  

 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico