header

Magda Negri

header

Fra le numerose interviste e prese di posizione che si susseguono sul futuro (problematico) del Partito democratico, colgo con soddisfazione vera la dichiarazione di Prodi oggi sull'Unità. Due sono i pilastri di questa considerazione: 1) il Pd è figlio dell'Ulivo e della riforma politica avviata con il sistema maggioritario; 2) la sua vocazione è includere culture, cittadini, esperienze, e la sua forma sarà determinata da decisioni assunte con il metodo di "una testa, un voto". Da qui in poi sta maturando il tempo della proposta. Temo la perdita di tempo di "pseudo comitati territoriali", che "indistintamente" si appelleranno ai cittadini per avere preadesioni al Pd. La via maestra sarebbe presentare al nostro elettorato mozioni politiche e liste nazionali di candidati all'Assemblea costituente, per votare le quali ci si appella ai cittadini-elettori, che possono anche diventare cittadini-aderenti. Poi l'Assemblea costituente, espressione proporzionale de vari programmi e die loro rappresentanti, troverà una nuova sintesi. Bisogna partire dalla domanda (elementare): chi costituisce che cosa, in quali tempi e modi?. Se no, la dimensione della sommatoria federativa di Ds e Dl è oggettiva, ineludibile.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico