header

Magda Negri

header

Il prossimamente sarà presentato alla Camera dei Deputati uno studio di Astrid sulla la riforma elettorale.

Per superare il porcellum e non cadere nei vincoli del maggioritario di coalizione, che mette insieme forze in grado di vincere ma non di governare, presenteranno uno studio analitico sugli effetti del sistema spagnolo: bipolarismo costruito intorno ai due più grandi partiti.

Sei mesi per cambiare la legge elettorale non sono molti ma se il confronto sarà onesto e concreto forse possiamo uscirne senza precipitare in un neo-proporzionalismo che consegnerebbe a Casini l'ultima parola sulle alleanze e sul governo.

Vedo che Rosy Bindi e forse anche Parisi hanno invece scelto di difendere il maggioritario di coalizione, correggendone i parassitismi più evidenti: non più l'1% ma circa il 4% per coalizzarsi e spartirsi i seggi.

Allo stato attuale sono quindi in campo quindi tre proposte:
  • modello proporzionale tedesco, con soglia di sbarramento al 5% (Violante)
  • modello spagnolo (Ceccanti ed altri) con soglie d'accesso circoscrizionali alte
  • porcellum rivisitato (Rosy Bindi)
Naturalmente, non sarà solo il PD a decidere...

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico