header

Magda Negri

header

I 4000 della prima linea presenti ieri a Bergamo, con i loro applausi promossi dai capi fazione, hanno reso con plastica evidenza l'immagine di un partito che è sempre stato stalinista, con la proiezione esterna di un populismo violento, identitario, cieco.

La Lega rappresenta interessi veri, veri problemi irrisolti e anche tanta anima della società del nord.
Ma l'uso politico ventennale che ne è stato fatto è sotto gli occhi di tutti: nessun effettivo risultato dall'alleanza subalterna con Berlusconi e il progressivo feroce accaparramento di posti statali e parastatali - come e peggio degli altri partiti "storici".

C'è poco da commuoversi di fronte ad una brutta guerra di potere appena cominciata.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico