header

Magda Negri

header

Non eravamo moltissimi ma considero la Direzione del PD tenutasi ieri piuttosto solenne. Abbiamo discusso e votato il Bilancio del 2011, certificato da Pricewaterhouse Coopers, la maggiore società di revisione a livello internazionale. Tutto bene, abbiamo anche un consistente avanzo di liquidità che potrà servire per la prossima campagna elettorale. Saremo anche il primo partito a pubblicare i numeri dei propri rendiconti anche in formato open data.

Com'è giusto, fra pochi mesi il rimborso elettorale dei partiti sarà dimezzato, quindi tutto il modello di funzionamento del Partito centrale andrà ripensato, probabilmente non riusciremo più a reggere 180 persone tra impiegati, giornalisti ecc... La spending review dovrà essere applicata in modo scientifico ad ogni voce di spesa.

Penso a un futuro prossimo in cui anche un grande partito come il PD possa vivere del proprio: meno contributi e rimborsi spese, più autofinanziamento.


Infografica Finanziamento ai Partiti

La comparazione europea dimostra che se passerà la riforma del finanziamento dei partiti l'Italia sarà prima dell'Inghilterra fra le nazioni che riservano meno risorse pubbliche ai partiti.

Si possono avere le idee più diverse in proposito ma è sempre bene partire da una corretta informazione.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico