header

Magda Negri

header

Grazie a tutti gli iscritti ed elettori del Partito Democratico che ieri hanno scritto il mio nome sulla scheda, dando prova di fiducia nei miei confronti e, di conseguenza, verso la proposta politica di innovazione riformista che cerco di rappresentare.

Non facendo parte di nessuna corrente organizzata interna al Partito, né a livello nazionale, né a livello locale, ed avendo da sempre sostenuto posizioni di minoranza, a partire dai miglioristi del PCI fino ad arrivare al PD (ad eccezione della parentesi veltroniana), penso che questo gruzzolo di voti abbia un significato politico da non disperdere.

In bocca al lupo alle new-entries, soprattutto a quelle rosa!

Buon inizio di 2013, ci sarà da lavorare!

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico