header

Magda Negri

header

Sedare, sopire, rimandare, verificare...

Grande empasse e grande melina, alla Direzione Nazionale del PD. Epifani ha fatto il minimo comune denominatore di tutte le ansie esplicite e dei progetti non connessi delle varie componenti del PD.

L'unico effettuale risultato è stato (a quasi due mesi della composizione del governo e in assenza di qualsiasi valutazione) la proposta di un cronoprogramma impossibile: due mesi di elucubrazione general-generica, congressi di circolo e di Federazione scorporati dalle mozioni nazionali (quindi burocratici e finti, con effetto patchwork sulla geografia del Partito). Successiva presentazione dei candidati e delle mozioni solo a partire da settembre.

Effetto: Congresso finto, crisi vera.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico