header

Magda Negri

header

Bene il probabile accordo Letta-Renzi per rendere proficuo questo anno di lavoro e tentare qualche pezzo di riforma costituzionale oltre alla la riforma elettorale.
Le pulsioni fasciste erano solo un'invenzione dei giornali.
Berlusconi dovrà ballare da solo.

Per la composizione della segreteria grandissima continuità e un'omissione grave.
Continuità: Renzi continua la composizione della segreteria con membri tra i 30 e 40 anni, esattamente come fece Bersani. Ha fatto bene a proporre a Civati e a Cuperlo di inserire i propri rappresentanti, in una logica unitaria, e penso abbia fatto bene Cuperlo a non esprimere rappresentanti.
Ma Renzi è obbediente alle correnti: tutte le rappresentanti femminili sono di area franceschiniana e fassiniana e tutto sommato i maschi sono tutti espressione dello staff e della squadra più fidata del segretario. Niente di nuovo e forse va bene così.
Ma c'è un'omissione politica che va denunciata: dentro tutti come prima, tutti rappresentanti rigorosi di un ceto politico professionale.

Fuori solo i rappresentanti dei veltroniani e dell'area liberal del PD, come Antonio Funiciello e altri, quelli che hanno sdoganato presso il popolo ex diessino la candidatura di Renzi.
Veltroni diede a Matteo Renzi il rango di suo naturale successore.
Primo piccolo problema politico.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico