header

Magda Negri

header

Nell'ordine:

  • Il voto amministrativo francese che proietterebbe il Fronte nazionale al 20% alle prossime elezioni europee
  • L'esito del referendum online promosso dagli autonomisti veneti che vent’anni dopo rilancia il mito indipendentista di Miglio (anche se nella versione piccola patria veneta) e trova nuovi agganci con gli scozzesi e con i catalani
  • Il ricostituirsi dello spazio geopolitico della Russia in dimensione egemonica nella vecchia area di influenza

L’Europa appare ridiscussa e stretta nelle sue dimensioni strategiche, culturali ed economiche.
La mia sensazione è che non ci troviamo solo di fronte a movimenti di protesta per la lunga stagnazione e la lunga crisi ma che può essere messo in discussione politicamente il progetto europeo, come forza di riequilibrio dei poteri mondiali, sia pure in collegamento privilegiato con gli USA.

Probabilmente i socialdemocratici, democratici e popolari dovranno fare un’alleanza comune nel prossimo parlamento europeo contro i movimenti euroscettici e apertamente ostili.

Torna la grandissima politica, speriamo di non occuparci solo di preferenze per le regionali e le europee, in Piemonte come altrove, dove domani si celebrerà una importante direzione regionale.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico