header

Magda Negri

header

Timeo Danaos et dona ferentes. L’apertura di Grillo è carica di insidie e insieme a quella della lega riporta su un terreno nuovo tutta la discussione. Bisogna tenere fermi i punti del maggioritario e del bipolarismo. Tutta da discutere invece la lista bloccata dell’Italicum. Bidsognerebbe far camminare insieme la proposta di legge del PD della precedente Legislatura (Veltroni ed altri) per le primarie pubbliche obbligatorie, altrimenti sarà l’arbitrio dei capi dei partiti.

Non capisco queste polemiche tra Chiamparino, Gariglio ecc. Cosa si gnifica? Se Sergio vuole tornare in campo nel PD gli propongo un obiettivo: rompere la gabbia correntizia, aiutare a fare del PD un partito di programma, di inclusione, di dibattito culturale. Ci sarà da lavorare per tutti.

Ho partecipato il 26 giugno alla fondazione Firpo, in qualità di testimone torinese di quegli anni, alla presentazione del libro Berlinguer rivoluzionario. Il pensiero politico di un comunista democratico.

Un libro notevole anche se non ne condivido la tesi, che si sforza di individuare la possibile eredità di Berlinguer nell’analisi sulla questione morale e nella concezione non politicista e non slolo elettoralistica della struttura e della funzione dei partiti in Italia. L’autore assolve Berlinguer dalla sua sconfitta strategica dipo la fine dell’unità nazionale e ne esalta i tratti di comunista democratico rivoluzionario. Poco è spendibile ormai di quell’eredità ma ne resta la grande forza morale. Ho scoperto che esiste un sito su Enrico Berlinguer con 400.000 visitatori: ci sono mille modi per fertilizzare la cultura politica italiana.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico