header

Magda Negri

header

Diversamente dalle informazioni giornalistiche, il dibattito al Senato sulla riforma costituzionale è un dibattito di grande spessore culturale e ideale, singolarmente centrato sulla fase costituente e sulla nascita della Costituzione italiana, sulla storia del bicameralismo specifico italiano, piuttosto che sui problemi attuali della democrazia governante nel rapporto tra esecutivi e parlamenti nella concreta attualità delle democrazie sviluppate.

Da una parte e dall’altra, oppositori e sostenitori, si sta comunque dando il meglio di un confronto che affonda le sue radici su culture politiche piuttosto diverse: parlamentarismo ad ogni costo versus i poteri degli esecutivi, logica maggioritaria e semplificazione del Parlamento per la democrazia governante. Sono trent’anni che in Italia si confrontano queste tesi. 

Difficile distinguere la tattica, la strategia, la verità e la diplomazia negli incontri tra Renzi e i 5 Stelle. Posso capire oggi, anche se non è la linea della maggioranza del partito, l’apertura alle preferenze. È però strategicamente impossibile per il PD accettare il ballottaggio di lista e non di coalizione perché vorrebbe dire rompere subito il rapporto con il centro destra. 

Consiglio di lettura:

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico