header

Magda Negri

header

Tra non molto Napolitano se ne andrà e già c’è una sensazione di vuoto, di una guida che viene meno, di incertezza crescente. Epifenomeno di un sistema politico tutt’altro che assestato.

Sono molto contenta che la riunione di maggioranza di oggi, 11 novembre, abbia allontanato lo spettro delle elezioni e accelerato il cammino delle riforme. L’unica cosa che non possiamo permetterci è interrompere la legislatura, gettare la spugna, dire: "Volevamo cambiare il mondo ma ci siamo fermati ai primi ostacoli. Era troppo per noi". 

Non ci sarebbe perdonato.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico