header

Magda Negri

header

Sono contenta che la battaglia referendaria si sia messa finalmente sui binari giusti, si stia spersonalizzando e che specialmente il Presidente della Repubblica spinga per una grande, bellissima, libera discussione di merito, ma purtroppo non vedo intorno a questo nostro proposito quello stato sorgivo, quella passione unitaria che animò i Comitati Prodi. Eppure noi vorremmo la libertà di tanti comitati dalla struttura molto simile a quella dei comitati Prodi, che animassero il confronto, l’organizzazione specialmente verso i cittadini non già politicizzati, non già convinti, ma spettatori un po’ distratti di una scelta democratica che deve riguardarli.

Spero che dopo la pausa estiva troveremo il passo giusto per questa bella battaglia democratica.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico