header

Magda Negri

header

 

Fantastico il nostro Lotti! In un impeto polemico contro D’Alema ha dichiarato che l’attuale politica di per il NO è motivata solo dall’odio e dal rancore per non avere avuto da Renzi la “poltroncina di consolazione di commissario per  gli affari esteri e politica di sicurezza e difesa comune nonché vice presidente della Commissione Europea.

Mi immagino i risolini oggi alla Commissione , al Parlamento Europeo e nelle principali cancellerie d’europa. Mentre L’Europa rischia di disgregarsi e il Governo italiano insieme a quello tedesco punta sulla politica estera di difesa comune come perno di una ricostruzione unitaria, uno degli uomini più vicini a Renzi definisce questo ruolo “poltroncina consolatoria”. Questo accade quando le polemiche interne e nel caso un’evidente superficialità storico-culturale condizionano l’obiettività del giudizio.

Quanto a D’Alema io penso che ora sia in profonda contraddizione con il suo decennale lavoro per la riforma istituzionale ed elettorale ma che l’obiettivo fondamentale suo sia quello non di far cadere, ma di indebolire fortemente  il Governo Renzi , che credo continuerà a combattere le prossime scadenze congressuali. Pare di capire che D’Alema non condivida quasi nulla della politica economica e istituzionale dell’attuale Segretario e anche qui io vedo vistose contraddizioni con l’ispirazione politica programmatica di Massimo D’Alema.

Ma tant’è, se facciamo volare gli stracci in casa PD cerchiamo di evitare che la polvere arrivi fino a Bruxelles o a Berlino.

Comunque, fantastico Lotti e la sua “poltroncina”.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico