header

Magda Negri

header

Anche Letta, nella bella intervista sul Corriere di oggi, si associa al commento generale del superamento dei partiti storici e dell'inutilità delle primarie.

Io la penso invece come Macaluso, e vedremo che con l'elezione dell' assemblea a giugno i partiti risorgeranno, anche con una nuova geografia politica.

Un pensiero agli strani dirigenti del Partito Socialista francese: hanno organizzato le primarie tra gli iscritti e gli elettori. Ha vinto Hamon e poi gli hanno fatto il vuoto intorno. Se il candidato non andava bene potevano fare come i social democratici tedeschi, che hanno cambiato Sigmun Gabriel con Shultz: socialisti francesi sono storicamente divisi, individualisti e organizzati in club e correnti.

Ma una tale desolidarizzazione non si era mai vista.

Con tutti i nostri limiti noi del Pd queste cose non le facciamo e rispettiamo, magari a torto collo, l' esito delle primarie. Per questo in queste ore mi sento di esprimere solidarietà ad Hamon che tutti bastonano come perdente e inadeguato. Qualche volta bisogna stare dalla parte degli indiani.

In riferimento al post di Emmanuele Macaluso EM.MA in corsivo https://www.facebook.com/emmacaluso/posts/1867331686874507

 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico