header

Magda Negri

header

 

Agli inizi di ottobre ci saranno i congressi delle Federazioni che secondo me dovrebbero avere molteplici fini: dove siamo andati alle elezioni lo scorso anno e questo, capire le motivazioni delle vittorie e, nel purtroppo maggior numero, delle sconfitte, occorrerà in quei luoghi (tra cui Torino, Asti, Alessandria...) vere e proprie conferenze programmatiche di territorio sulle questioni dello sviluppo locale, delle questioni sociali aperte ecc.
Tutti i congressi di tutte le federazioni però, dovranno aggiornare l'analisi politica rispetto al congresso nazionale già passato e che sembra già lontanissimo, e prepararsi alle elezioni, affrontando in corsa problemi di riorganizzazione del partito. Abbiamo una questione aperta col nazionale perchè l'indicazione di considerare come gli aventi diritti al volo solo gli iscritti "estivi" da luglio a metà settembre 2017, restringe paradossalmente la base congressuale.
In direzione regionale chiederemo di considerare aventi diritto al voto anche gli iscritti 2016 e, per le federazioni che lo vogliono, organizzare anche elezioni primarie. Sarebbe un grave errore considerare l'organizzazione locale del partito più o meno come abbiamo considerato le elezioni amministrative.
Cosa minore, secondaria, che non rappresenta la realtà nazionale. A meno di avere del partito moderno una visione astratta, verticistica, politicista... sorda alla ricchezza delle realtà sociali, alla multiforme esperienza dei territori italiani, all'emergere di nuovi gruppi dirigenti locali.
Questa è davvero un'idea non vecchia, ma arcaica.
 
 

 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico