header

Magda Negri

header

Se si vuole si può discutere, argomentare e aprire strade nuove nel dibattito politico.
L'intensa discussione di ieri al Polo del '900 sui sovranismi europei, sulle caratteristiche dei partiti populisti in Europa, sull'evoluzione del ruolo della Russia in Europa e sulla terza fase della globalizzazione, è uscita da ogni specialismo ed è diventata ricognizione concreta dei motivi delle paure, delle incertezze che agitano i popoli europei.
Oggi, all'assemblea regionale del Pd, molte delle stesse tematiche sono ritornate negli interventi dei delegati, dei parlamentari, degli amministratori piemontesi.
Naturalmente, nella dimensione piemontese, si è ragionato dei punti programmatici innovativi per le prossime elezioni regionali, non facili, e che saranno una grande sfida per l centro sinistra in Piemonte.
Ma il campo dell'iniziativa si sta definendo meglio di giorno in giorno: sia che nasca il governo "giallo-verde", sia che si vada a elezioni politiche anticipate, i riformisti, gli europeisti, la sinistra democratica, devono tenere ferma la barra del risanamento, della difesa dei conti pubblici, elevare la produttività del sistema e fare un ingente lavoro di redistribuzione verso i perdenti della globalizzazione.
"Unforgotten Men"
Si potrà vincere o perdere, ma queste sono le cose da fare.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico