header

Magda Negri

header

Si apre una settimana “calda”. Visco, la Guardia di Finanza, etc, c’è aria di eventuali complotti, timori di scorrettezze che possono essere accadute. Ma in politica tutto si tiene, ogni piccolo o grande problema dell’Unione si incastra con il “divenire” del PD, del nostro processo costituente. Tutte le numerose iniziative cui ho partecipato in questi giorni (l’Assemblea regionale dell’Ascom con la bellissima analisi di Aldo Bonomi, l’Assemblea Generale CGIL-CISL-UIL dei pensionati, aperta a proposte innovative, gli incontri e le audizioni al Senato sull’emergenza rifiuti in Campania etc. ) segnalano sempre e comunque l’addensarsi di un livello complesso di problemi che richiedono sempre più e in tempi sempre più ristretti energia politica, chiarezza di soluzioni.
Tutto si tiene.


Complimenti a LibertàEguale

I tre giorni di lavoro di LibertàEguale a Livorno, i cui atti spero siano al più presto consultabili, ci hanno segnalato una qualità di riflessione preziosa. In quale altro luogo del centrosinistra italiano si discute così?
Ma come si può veicolare un messaggio complesso con l’informazione politica basata sul leaderismo e sul pettegolezzo, e  un “non partito” che non organizza il desiderio pubblico?
Abbiamo discusso di: perché e come è necessario che si presentino liste competitive per la Costituente; carattere paracongressuale della Costituente; aggiornamento e/o validità del Manifesto del PD; situazione economica e rivoluzione liberale nella cultura del centrosinistra,
Non di nomi, di battagliette tra leader nazionali e locali, di alleanze trasversali o “confederali” contro i 45, etc. D’ora in avanti sarà obbligatorio volare alto, a dispetto di tutti.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico