header

Magda Negri

header

Assolutamente giusta e importante questa intervista di Gianfranco Morgando che mette il fuoco sotto le pigre dilazioni che il Pd piemontese sta facendo per il congresso regionale.
Ne condivido ogni parola.
In quanto vice presidente vicaria della direzione, ho insistito con interventi, colloqui personali, tentativi di persuasione perché il congresso si facesse in tempi utili e non cadesse addosso a quello nazionale e alla fase immediatamente elettorale.
Le motivazioni professate per questo continuo rinvio sono apparentemente giuste: la ricerca di un candidato il più possibile unitario e i tempi per costruire una partecipazione alle primarie adeguata.
Ma anche le ragioni nobili possono nascondere tatticismi politicisti senza sbocco.
Ha ragione Morgando: andiamo alla sostanza, costruiamo iniziativa e discorso pubblico sul Piemonte, aiutiamo Chiamparino.
Muoviamoci sulle cose essenziali e per le cose essenziali.
Il resto seguirà.
 
(articolo da La Repubblica di oggi 16 ottobre 2018)
 
 
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico