header

Magda Negri

header

Pezzi di riforme istituzionali si producono qua e là.
Ha ragione il Pd a dire che la riduzione del numero dei parlamentari è cosa rozza se non inquadrata in funzioni diverse, come tentammo di fare con l'abolizione del Senato, ma ricordo che il Pds e i Ds e addirittura il Pci, più volte proposero la riduzione del numero dei parlamentari, "decontestualizzata" da ogni riforma.
Non sarà un referendum facile.
Per ciò che riguarda le autonomie regionali, spero di non scandalizzare nessuno se dico che nel metodo ha ragione Maroni.
Si porti alla discussione del Parlamento gli accordi della Lombardia, del Veneto e dell'Emilia, già sottoscritti da un governo di centro sinistra, il governo Gentiloni.
Si esaminino le proposte del Piemonte, si ascoltino le proposte di De Luca, che mi sembrano formalizzate.
Ci sarà un minimo comun denominatore ma, l'autonomia differenziata si chiama differenziata appunto perchè lascia alle Regioni temi e interventi diversi, pur con l'invarianza della spesa storica per i primi anni.
Ne abbiamo discusso per vent'anni....
E' ora di non buttare via tutto il lavoro svolto.
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico