header

Magda Negri

header

Al netto dell' inflazione di articoli e di interviste dei rappresentanti del governo, spero che l'opinione pubblica italiana, anche quella distratta, abbia capito alcune cose essenziali:
 
1) Il programma di Ursula VdL, nuovo capo della Commissione, delimita il perimetro di politiche sociali, dei diritti civili, del processo di integrazione, che può fare dell' Europa un attore globale nella morsa dei suoi attuali nemici: la Russia di Putin e gli Usa di Trump.
Si è giocata una grande battaglia politica..altro che "Europa somma di burocrazie".
Il campo europeista, per beghe interne nazionali, si è diviso come, se le ricostruzioni giornalistiche sono vere, anche quello Sovranista.
Per scelta politica sensata da apprezzare o per opportunismo, comunque utile, i 5S hanno fatto la scelta giusta.
 
2) Il Russiagate di cui si occuperà la magistratura, rileva politicamente non per le eventuali mazzette, ma per il nitido e lungamente costruito disegno politico che illumina.
Spostate verso la Russia di Putin tutto l' asse della politica estera italiana.
 
3) Salvini e la sua Lega rivendicano questo progetto politico pienamente.
Nessun rimpianto
 
4) Può continuare così un governo sempre più diviso sulla sostanza e non su singole politiche?
 
5) In una democrazia normale le elezioni sarebbero l' esito naturale.
 
6) Fa bene il Pd a chiedere e lavorare per la caduta del governo e nuove elezioni.
Senza paura.
 
 
 
 
 
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico