header

Magda Negri

header

Un quarto di secolo fa, sulle ceneri del muro di Berlino e sotto l'urto di Mani Pulite, nacque in Italia il più clamoroso esperimento di una forza populista di massa, Forza Italia appunto, con la faccia, i soldi, il carisma di un imprenditore dei media (parallelo, possibile co-Trump) Silvio Berlusconi, che per un quarto di secolo ha sfidato la sinistra democratica.
Talvolta vincendo, talvolta sconfitto.
Sempre sul filo del rasoio.. Ma sconfitto.
Il populismo, proprietario del primo partito personale della Repubblica, sembra arrivato al capolinea ... non tanto per incapacità di gestire la successione del regno, ma perché il reame è diventato un feudo, un protettorato di un populismo diverso, cresciuto nella più lunga crisi dell' Occidente, che ripudia i valori liberali cui pure Berlusconi si richiamava, negandoli nella pratica.
La crisi di Forza Italia è una variabile importante di questa fase.
Seguiamola.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico