header

Magda Negri

header

Pubblico i dati di Swg sulle elezioni regionali in Umbria, e dovremmo aspettare i dati del Cattaneo.
In questi anni siamo annegati nelle analisi dei flussi elettorali ecc..
Sembrerebbe, in questo caso, che circa il 30% degli elettori dei 5S si sono astenuti, e una parte significativa ha votato lega.
Non dovremmo stupirci.
L'operazione in Umbria è stata faticosa e improvvisata, ma comunque, al di là delle caratteristiche più folkloristiche e anticostituzionali, l'elettorato 5S è elettorato "di scopo", su singole issue, ed è elettorato trasversale, per sua natura.
Avremo tempo per discutere dell'evoluzione dei 5S, che io prevedo in disgregazione, anche se una parte può aggregarsi strutturalmente al Pd.
Ma non dovremo pensare di sommare i numeri nella loro totalità.
Adesso resta una sola strada, che è cercare di fare il meglio possibile, come governo, ma senza trascinarlo al di là se ne misureremo l'impotenza.
Considerando che nel vivo delle campagne elettorali ben preparate gli equilibri politici possono cambiare.
Non siamo ciechi, e sappiamo e vediamo che c'è un'onda lunga della destra radicale europea che tende ad affermarsi sulla destra liberale e di governo.
Il voto in Turingia insegna, anche se lì c'è la particolarissima situazione della A.F.D. dove cresce la leadership di un vero e proprio neo nazista.
Non siamo a questo punto, e non lo saremo mai.
Ma, sarà tra un anno, tra due o tra tre, che il Pd e quello che avremo costruito intorno dovrà sfidare la forza della lega e dei suoi alleati di destra.
Mettiamoci nelle condizioni di non essere la cavalleria polacca contro i panzer nazisti.
 
 
 
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico