header

Magda Negri

header

Giorni affannati..e festosi.
Si cerca di vedere amici ... di mescolare la valutazione politica ai rapporti personali.. insomma a valutare lo stato dell'arte.
Ieri, alla bocciofila gestita da Paolino, ho rivisto amici passati in Italia Viva con Renzi.
Comprensione ma amarezza reciproca.
Non mi sono sembrati convintissimi della nuova impresa.
Cercheranno adesioni fuori dal Pd.
Oggi, alla bella iniziativa promossa da PiùEuropa e Action, sulla gravità della proposta Bonafede e sulla fine della prescrizione, ho incontrato nei nuovi raggruppamenti neoliberal, amici e compagni che hanno fatto il Pd.. partito da cui oggi si sentono assolutamente separati.
Il problema non è Zingaretti.
Il problema è il rapporto con i 5Stelle.. che molti nel Pd vorrebbero più organico del necessario.
A tal proposito un pensiero per Zingaretti e la sua intervista sul Corriere.
Conte fa con diligenza il presidente del Consiglio ...
Ma no..assolutamente no ..!
Non può essere il punto di riferimento e il leader dei progressisti italiani.
Ci sarà tempo per discuterne, ma vorrei dire a Zingaretti di non soffrire del vizio mentale stalinista.
Si chiama ideologizzazione della prassi... e chi ha qualche decennio di militanza nella sinistra capisce benissimo cosa vuol dire.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico