header

Magda Negri

header

Devo lasciare nero su bianco... aspettando il congresso che si terrà credo dopo le prossime regionali.
Devo scrivere a Zingaretti che non ho nessuna intenzione di superare l' attuale Pd.
Se ben manutenuto funziona benissimo.
Il suo statuto mi va bene..
Anche nella versione aggiornata.
Poi devo scrivere al mio segretario che siamo già un partito - movimento apertissimo.
I nostri elettori registrati alle primarie sono milioni .
Basterebbe tenere con loro una organizzata interlocuzione.
Spero che al responsabile nazionale dell' organizzazione stia venendo qualche idea concreta e verificabile.
Poi devo mandare una raccomandata ad Orfini, ex Presidente del Pd, che non si azzardi, come scrive oggi, a stracciare lo Statuto e a scrivere un Manifesto dei valori con chi ci sta... dei vecchi e nuovi movimenti.
Anzi si azzardi pure, faccia quello che vuole... ma impegnerà solo lui e i suoi amici.
Not in my name!
Alla Madia, già ministra per il Pd alla funzione pubblica, devo ricordare che non possiamo votare la pur brillante Ely Schlein a Presidente dell Assemblea congressuale.
E' uscita dal Pd nel 2015 e la sua lista è fatta da movimenti civici ma anche da partiti, come art. 1, è Sinistra italiana. Insomma... al movimento no border che sta crescendo in modo camaleontico nel Pd... mi oppongo fieramente da vera "sovranista".
Prima il Pd..il resto dopo.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico