header

Magda Negri

header

Sono d' accordo per riaprire con cautela.
Temo il ravvivarsi della malattia quanto la crisi economica.
Non capisco perché, fra le molte cose condivisibili dette da Conte, non ci sia stato nulla, ma proprio nulla, su tamponi e test biologici che giustificano e rendono efficace l' uso volontario dell' app di riconoscimento.
Poi ognuno si tiene le sue idee e critiche.
Il nostro giudizio è sfidato ogni giorno da qualsiasi provvedimento prenderà qualsiasi governo.
Va così in tutto il mondo... tranne che in Asia, ipertecnologizzata e con una cultura di prevalenza assoluta dell'interesse pubblico su diritti individuali,anche in casi di epidemie, storie e sistemi politici diversi.
Alcune valutazioni per me restano conclusive.
Non dimentichiamo che l'Italia è stata il luogo dove l' epidemia si è scatenata in Occidente.
Siamo state cavie ed apripista.
Gli altri ci sono venuti dietro... più o meno facendo i nostri tentativi ed errori.
Il salto di qualità delle dotazioni di tamponi e test per il controllo della seconda fase... quello proprio no ..
Non riusciamo a farlo..
Questo è incredibilmente grave.
Dobbiamo intervenire essenzialmente su questo punto come politica sanitaria preventiva di lungo periodo..
Il Veneto dovrebbe diventare il modello per tutto il paese.
Ultime 2 mie convinzioni.
I cittadini italiani sono stati esemplari.
Potevamo fare solo quello.
Ma l' abbiamo fatto.
Altri popoli non ci riescono.
Forti di questo civismo di massa, evitiamo che l'insofferenza diventi negazionismo.
La malattia vive con noi, cammina con le nostre stesse gambe..
Fino alla vaccinazione di massa sarà un corpo a corpo, perché non si riprenda spazi e vite.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico