header

Magda Negri

header


 
"Io, che sono una convinta e precoce sostenitrice della candidatura di Walter Veltroni, sono sicura, come la senatrice Magistrelli, che sia ragionevole e necessario alle feste dell'Unità e della Margherita, organizzare confronti con tutti i candidati alla segreteria del Pd, per offrire agli elettori  del 14 ottobre la possibilità di scegliere tra programmi e ispirazioni culturali che non sono certo alternativi, ma fra loro significativamente differenziati”. Lo afferma la senatrice dell’Ulivo Magda Negri. “Non c'è motivo - conclude Negri - per sminuire agli occhi del nostro elettorato e dei futuri membri del Pd la ricchezza delle nostre diversità".
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico