header

Magda Negri

header

Mi dispiace lasciare il micio solo per tutto il giorno... ma voglio fare un salto in montagna per sfruttare la bella giornata.
Faticoso ... perché mia mamma non mette il naso fuori dal cortile, ma mi basta un po'di verde.
Lascio ai miei amici una piccola riflessione politica.
"Sine ira et studio."
Cruda e forse inopportuna l' affermazione di Zingaretti sugli scissionisti che volevano distruggere il Pd.
Ma sostanzialmente vera.
Solo che io aggiungerei tutti gli scissionisti.
Non solo Renzi e non si possono usare 2 pesi e 2 misure.. a seconda dei gusti personali.
D'Alema e Bersani pensavano, con l' art. 1, di unirsi a Leu e fare la Linke italiana.
Super fallimento e ora sono a pietire di portare la soglia di sbarramento sotto il 5%.
La Fontaine non ha mai chiesto queste scorciatoie per esistete.
Renzi aveva un obiettivo più ambizioso.
Svuotare il Pd, come Macron ha fatto con il PSF... ma non ha capito niente della situazione francese comparata con quella italiana.
Il Pd ha 13 anni di vita formale e quasi 30 di incubazione.
Non è svuotabile.
Può non crescere... sbandare... sbagliare, ma trattiene in sé la gran parte della sinistra italiana.
Radicale e riformista.
E le cose non cambieranno a breve.
Io non ho ambizioni totalizzanti.
Auguro a tutti gli attori politici di trovare un nuovo e autonomo spazio.
Rischiando e senza devastare la legge elettorale, pur di trovare un seggio in parlamento.
Salviamo elementi di governabilità e di maggioritario.
Una buona prova per tutti.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico