header

Magda Negri

header

Ci sono rilevanti sviluppi negativi sullo scenario politico.
Innanzitutto il conflitto - speriamo sia solo un ritardo - tra il Parlamento europeo e la Commissione per l'erogazione dei fondi Recovery..
Il ritardo del governo italiano nel presentare alla Commissione il Piano Nazionale riforme ...ne è il corollario.
Secondo: Iv ha ritirato la sua disponibilità sulla riforma del Senato e tutto il processo si è bloccato.
Accordo di maggioranza fondato su basi fragilissime, come molti di noi avevano temuto e denunciato in occasione del referendum.
L'acuirsi della pandemia drammatizza la crisi sociale sottostante e fra i numerosi interventi del governo manca il più urgente: la richiesta dei miliardi del Mes finalizzati ai più svariati interventi sanitari.
Il contrasto Stato/Regioni su molti interventi di massima urgenza rimanda un senso di conflitto e divisioni fra i poteri.
Tutto l'edificio su cui si regge il governo è sottoposto a scossoni profondi.
Non ancora tellurici... ma poco ci manca.
Se non fossimo tutti divorati dal pensiero dominante della pandemia... capiremmo che una registrazione seria del programma di maggioranza e delle relazione fra i partiti non è vecchia politica politicante, ma la condizione minima per continuare con efficacia e serietà.
 
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico