header

Magda Negri

header

Credo che l'abbia voluto proprio lui così, il suo funerale.
Semplicissimo... solo una bara di legno chiaro e tanti garofani rossi sopra il cofano aperto di una grande macchina, che non sembrava un carro funebre...
Ad offrire agli amici e compagni l' immagine bella della foto di Giusy tanti anni fa... quando la vita era pulsante di quell' impegno e passioni che nella sua vita attuale non avrebbero più trovato posto.
Troppo malato... tanto da non desiderare più di vivere.
Sulla bara la bandiera con i simboli socialsti del circolo che aveva fondato a Torino.
A salutarlo, in sottofondo lieve e bassa, una canzone di Conte e l'Inno del Lavoro... la canzone socialista del 1°Maggio.
Funerale laico, senza simboli religiosi.
Funerale carico di silenzio e dolore.
Mi sembra strano non vederlo più a camminare lento su e giù nel salone della Federazione.
Consultato sempre... specie dai più giovani.
Funerale di un militante socialista, che nel salutare per sempre ha voluto ricordare a tutti i simboli della sua fede politica.
Ha avuto passaggi critici e controversi ...nella sua lunga e importante vita politica.
Ma oggi... davanti a quei garofani e a quella bandiera, erano solo scorie... scorie di una storia minore.
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico