header

Magda Negri

header

Non faccio l'allenatore, il funzionario dell'Oms... etc., funzioni in cui amano identificarsi alla bisogna molti italiani.
Sento in giro però... come ha già scritto Giorgio Ardito... una rabbiosa rassegnazione di molti cittadini e miei conoscenti sulle capacità del governo di fronteggiare un fenomeno che tutti speravamo più breve.
Qualunquismo e timore sono i frutti di queste diffuse sensazioni e valutazioni.
Forse, se l'attenzione di massa si sposterà sul piano gigantesco della imminente vaccinazione, le cose cambieranno.
Ma non bisogna deludere o meno che mai fallire.
Come noi tutti, mi preparo a non - feste razionali.
Solo qualche dubbio e qualche proposta, avanzata anche dalle opposizioni, che poteva essere accolta.
Nelle aree metropolitane la circolazione poteva essere piu permessa.
Perchè posso spostarmi da Corso Traiano alle Vallette e non da Corso Traiano a Nichelino?
Forse Uncem aveva proposto qualcosa... non so... ma si potevano ritagliare sub aree nelle comunita montane, tra i paesini più limitrofi.. idem nei paesini costieri.. all'interno della stessa regione.
L'Italia è il paese dei mille micro borghi e paesini....
Dal 20 dicembre al 6 gennaio milioni di cittadini vivranno il lockdown come una costrizione irrazionale.
Ma ormai è fatta.
Guardiamo oltre.
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico