header

Magda Negri

header

A questo punto

Non so se la riunione di oggi pomeriggio dell’ufficio politico dei Ds sarà risolutiva. Ma certo gli errori dei Veltroniani torinesi sono stati grandi e continuano. Il primo peccato non veniale è stato quello di chinare la testa e di accettare sino in fondo la logica dello “star dentro” a un ipotetico accordo iniziale che voleva il segretario del Pd in Piemonte della Margherita, in particolare dei Rutelliani. Quando Veltroni ha detto “ per me non ci sono accordi” nessuno dei dirigenti piemontesi ci ha creduto e si è mosso di conseguenza. In altre regioni la competizione è stata o sarà tutta su base locale, come pure l’accordo è stato raggiunto solo su base locale. Cacciatisi da soli nella gabbia , i dirigenti del Piemonte non hanno saputo più uscirne.
Difficile distinguere i contorni effettivi del braccio di ferro fra Susta e Morgando.  I due programmi sono diversi  ( e io condivido in toto quello di Susta), ma il rischio è che si stia consumando uno scontro correntizio di rango non solo regionale, che si gioca in terra piemontese. Il disagio dei Ds, costretti a fare da spettatori inerti è grande.. ma nessuno osa rompere il gioco, per senso residuo di responsabilità. La mia personale opinione a questo punto è che si riconosca, anche se è doloroso, la ingenerosità e la debolezza  di un ceto dirigente che ha sciupato una grande occasione.
Si affidi  a Sergio Chiamparino, come a Minniti in Calabria, il ruolo di garante della fase costituente fino al prossimo congresso, il vero congresso del PD che sarà certo non prima delle europee. So di non proporre un regalo a Sergio Chiamparino, ma è ora che anche le leadership politiche vere siano esercitate a tutto campo. Avrei sperato in una più ricca disponibilità e capacità. Non ci sono state, tanto vale riconoscerlo…..

Magda Negri

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico