header

Magda Negri

header

Resta vero che di notte tardi o alla mattina molto presto.. quando è ancora buio, si legge e si studia meglio.
Poi incomincia il gran casino delle incombenze quotidiane e solo gli intellettuali di professione, gli studenti in Dad e pochi previlegiati (in genere maschi) possono tirarsi la porta dietro alle spalle e studiare in pace.
Io sto studiando da circa un'ora il piano speciale di Draghi, come proposto nell' inserto de Il Foglio, del 24 e 25 Aprile.
Alcune proposte in forma più alternativa erano già nel piano Colao, e forse in quelli di Conte.. che nella sua compiutezza non sono mai riuscita a vedere.
La differenza sta nella perentorietà delle riforme strutturali che stanno alla base come precondizione agli interventi sulle missioni e sugli interventi di settore: fisco... giustizia... concorrenza tra le più importanti.
Il discorso di Draghi in Parlamento ha avuto una sostanza rivoluzionaria: ci sono tornanti della storia in cui un paese si gioca tutto.. la riscossa o l' involuzione verso un destino di debiti e bassa produttività.
...Che taglierà l' erba sotto i piedi non ad una... ma a tante generazioni che verranno.
Mi è molto piaciuto.. quasi emozionato, l'appello allo spirito repubblicano fatto al paese.
Coraggio di sperare, di fare, di prevenire le illegalità, coraggio di costruire intorno alla ricostruzione progetti.. programmazione... partecipazione degli enti e delle comunità locali.
Non sono ammessi ritardi.
Grande ed entusiasmante lavoro.. se riusciremo a farlo.
 

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico