header

Magda Negri

header

L’articolo di M. Rodriguez su Europa di oggi assomiglia a una perorazione e insieme ad una prima bozza di proposte.
Sì, è ora di parlare del Nuovo Partito, oltre e più in dettaglio delle pur importantissime cose scritte da Veroni nel preambolo del libro “La Nuova Stagione”.
Dalle beghe sulle liste agli elementi distintivi del PD, a partire dai simboli e dai loghi. L’intreccio tra organismi da “Democrazia delegata” e dimensione referendaria tra iscritti ed elettori è già ben delineato e mutuabile dall’attuale statuto dei DS.
La tecnica di adesione ed iscrizione (singoli, collettivo, cicoli etc) è da almeno 10 anni “in prova” nei DS e dal 2002 nei DL, con scarsa vitalità.
Domina il correntismo tradizionale, “a prescindere” delle cangianti piattaforme politiche.
Dove spingere?
Mi piacerebbe raccogliere spunti ed opinioni.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico