header

Magda Negri

header

Ripensandoci, ieri è stato davvero un bel 2 giugno, una Festa della Repubblica affrontata con consapevolezza, serietà e responsabilità.
È stato bello veder sfilare i Sindaci, il personale sanitario, il servizio civile, i vigili del fuoco ecc., insieme ai vari corpi militari e alle truppe scelte.
Il discorso del Presidente è stato, come al solito, fermo e razionale.
Ha ribadito, in linea con la Commissione e il Consiglio Europeo, che ogni prospettiva di pace in Europa deve iniziare non solo dal cessate il fuoco, ma dal ritiro dei russi da tutte le zone occupate.
Con altrettanta convinzione penso che le cose non andranno cosi, a meno di affrontare una guerra lunga, congelata o meno.
Ma forse è stato giusto dirlo, perchè cosi vuole il ripristino del diritto internazionale.
Nel centesimo giorno di guerra non si vedono spiragli effettivi di pace e si dilata il rischio di carestie conseguenti alla difficoltà degli sblocchi dei porti carichi di cereali.
100 giorni di guerra ormai, che hanno cambiato la storia e abbattuto le speranze, come testimonia oggi splendidamente su LaStampa Domenico Quirico.
 
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico