header

Magda Negri

header

comunicato stampa

Torino 31 ottobre 2007

Senatrice Magda Negri: “Liberiamo la fantasia per trovare per il PD forme partito nuove e creative in vista di una verifica congressuale”

“Ex facto oritur ius, come afferma il mio amico senatore Giorgio Tonini, non è affermazione che si attagli bene ai Liberal Democratici. E’ del tutto evidente che il primo vero congresso del Partito Democratico deve celebrarsi in tempi ragionevoli, se la situazione politica eccezionale lo consentirà”. Ad affermarlo è la Senatrice dell’Ulivo Magda Negri. “Tutta la campagna delle Primarie per l’elezione dell’Assemblea Costituente – dichiara Magda Negri- ha certo, in forme implicite, assunto la forma “simil-congressuale”. Ma l’investitura di mandato si applicava solo ai candidati Segretari, nella misura in cui ognuno di essi ha ritenuto di dover esplicitare una precisa piattaforma politico-programmatica. L’Assemblea dei delegati, però, e l’offerta stessa delle liste nazionali e regionali non hanno assunto specifiche caratteristiche politiche o, almeno, le varie liste non hanno chiesto i voti per i propri delegati e per distinguibili programmi. Si è trattato di un’offerta politica fortemente condizionata da posizionamenti locali e personali”.

“Un congresso a metà- prosegue la senatrice Negri-  non può, inoltre, legittimare la scelta sulla “forma partito”. Liberiamo ogni nostra fantasia per trovare forme nuove e creative per una verifica congressuale. Non priviamoci di questo diritto!”- è l’invito della senatrice dell’Ulivo.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico