header

Magda Negri

header

"Dopo Milano, anche a Torino la Destra per bocca dell'onorevole Ghiglia butta lì idee rozze e inagibili per affrontare problemi seri: abbiamo davvero bisogno del numero chiuso per i bambini stranieri nelle scuole dell'obbligo a Torino? E An minaccia una risoluzione parlamentare che valga per tutto il territorio nazionale...". Lo dice la senatrice del Pd Magda Negri, in merito alla notizia riportata oggi dalla Stampa per cui l'onorevole Agostino Ghiglia, presidente di An per la Provincia di Torino, avrebbe presentato insieme ad un consigliere comunale del capoluogo piemontese, una mozione finalizzata all'introduzione del tetto del 10% di alunni stranieri nelle scuole torinesi. La senatrice Negri, eletta in Piemonte, ha presentato un'interrogazione urgente sulla vicenda in cui chiede al ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini come il governo intenda affrontare questa questione senza ledere i diritti dei bambini immigrati.

"Il governo si assuma le sue responsabilità - sottolinea Magda Negri - Faccia un'indagine seria, sostenga la scuola dell'autonomia e le reti di scuole per una distribuzione adeguata e didatticamente efficace degli alunni non italofoni. Perché il problema sta proprio qui, non c'entra se la tua famiglia è indiana, albanese o moldava, il problema sono le capacità linguistiche e all'asilo, alle materne e al primo anno delle elementari la lingua si apprende facilmente insieme ai bimbi che già parlano italiano. Si coinvolga la comunità dei pedagogisti e degli insegnanti. Torino - conclude Magda Negri - ha già visto la vergogna dei manifesti della Lega appesi alle scuole elementari che dicevano 'Sì ai bambini padani' (con un implicito no a tutti gli altri) non aggiungiamo ulteriori dosi di rozzezza".
 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico