header

Magda Negri

header

Ore 21 sede romana di LibertàEguale

Mi riunisco con circa altri trenta compagni dei DS di LibertàEguale per discutere di impostazione del Congresso, vengono da tutta Italia e hanno tutti lo stesso atteggiamento: guardano già oltre il Congresso, alla fase costituente di cui nessuno parla se non per enunciarla.
Sperano che la mozione di Fassino sia chiara al punto della dead line.
Per il 2009 bisogna vere pienamente funzionante un nuovo partito.
Michele Figurelli ci dice che i “Cittadini per l’Ulivo stanno cercando rapporti con tutto l’Associazionismo ulivista per usare il “Manifesto dei Saggi” come strumento di mobilitazione e di preadesione dei singoli alla Costituente.
Sono vecchie idee, molto buone, che tornano sempre uguali, ricorda da vicino l’Albo degli elettori dell’Ulivo oppure i sottoscrittori della Candidatura di Prodi.
C’è un buon clima. Si vedrà

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico