header

Magda Negri

header


Diamo inizio oggi a una rubrica sul e intorno al Partito democratico, con cui si vuole sottolineare e ricordare che il dibattito sul futuro soggetto politico ispirato all’esperienza originaria dell’Ulivo non si esaurisce “autoreferenzialmente” nel dibattito interno ai Ds e Dl, ai loro congressi e alle loro mozioni. Segnalazioni e contributi saranno vitali per rappresentare la ricchezza  e l'articolazione di idee generata dalla riflessione e dall'eleborazione politica sul processo di costruzione del futuro Partito democratico.

 Il Gruppo dei 26
Oltre alla mozione Fassino, interessante è la posizione sul Pd dei diessini di area Cofferatiana coordinati da Walter Vitali. Molti di loro al congresso di Pesaro stavano nel correntone e a Roma si erano astenuti. Ora hanno presentato un documento favorevole alla costruzione del Pd dal titolo significativo: “Pd non “se”, ma come”. “Il nuovo soggetto – sostengono – non è l’alternativa moderata alla sinistra, è la sinistra del nuovo secolo. L’operazione non si limita alla sommatoria Ds-Dl. Bisogna allargare alle ispirazioni riformiste e radicali”. A firmare il documento sono gli esponenti del Gruppo dei 26, da Melandri, a Pennacchi, a molti della Cgil, a intellettuali non iscritti ai Ds come Messori. Auspicano un’iniziativa convergente di tutti i gruppi favorevoli al Pd, non del tutto soddisfatti delle modalità di partenza di questo progetto.


Torino – Incontro con le associazioni Uliviste- 2 febbraio 2007

L'On.Mauro Marino della Margherita ed io incontriamo nella sede di LibertàEguale, in via san Pio V a Torino, le associazioni Uliviste, per dare fiato al movimento di idee e di iniziative che prepara i congressi. Ci aggiorniamo al sabato successivo, in attesa che sia reso pubblico il manifesto del Pd dei 12 saggi.
Sempre nella sede torinese di LibertàEguale è stato fissato per il 27 febbraio sera un incontro con gli intellettuali piemontesi che sostengono il progetto del Pd.

 

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico