header

Magda Negri

header

C’è chi si occupa di democrazia  e partecipazione degli iscritti  e chi si occupa di posti nel Pd. Naturalmente nasceranno nuovi organismi dirigenti più utili e funzionali. Personalmente sono contraria al Coordinamento come stanza di compensazione delle correnti. Però essendo il coordinamento composto da Bersani, Fassino, Bettini, Finocchiaro, Soru, Fioroni, Gentiloni, Tonini, Migliavacca, mi dispiacerebbe se questi dirigenti non potessero più contribuire alla strategia del partito.

E che dire del Governo ombra? E’ un modello anglosassone e deve strutturare una opposizione più matura e propositiva, cioè quella che fa più paura a Berlusconi. Tutti possono essere messi in discussione e ciascuno può aver lavorato male, eppure io penso che la squadra del Governo Ombra, cioè Fassino, Minniti, Tenaglia, Bersani, Garavaglia, Matteo Ciolaninno, Letta, Pinotti, Andria, Realacci, Martella, Cerami, Melandri, Chiamparino, Bastico, Lanzillotta, Franco, Magnolfi, Merloni, Ventura, Piperno, integrati da Franceschini, Finocchiaro, Soru, Franco Levi, e Morando, siano stati una bella squadra.

Se c’è qualcuno  - e mi auguro ci sia – più bravo e competente nelle specifiche materie e più capace di fare, si faccia avanti! E, diversamente da quelli precedenti, che hanno compiuto il grave errore  di farsi proporre dal Segretario e di non farsi eleggere dai gruppi parlamentari di Camera e Senato riuniti, chiediamo a questi “homines novi” di farsi eleggere, questa volta. Incominciamo tutti a fare sul serio.

Cerca nel sito


Podcast

Appuntamenti

Salvare l'Europa: come uscire dal debito e dalla stagnazione

Venerdì 26 febbraio 2016
Sala Viglione, Palazzo Lascaris
Via Alfieri 15
Torino

Presiede: Magda Negri

Intervengono: Davide Gariglio, Mercedes Bresso, Alberto Majocchi, Enrico Morando

Leggi tutto...

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico