header

Magda Negri

header

Fiamma del mio cuor...!

Si può vivere 40 anni con la compagnia di gatti e poi non averne più?
No difficile...
Si può riempire il vuoto di Fiamma con un gattino nuovo che le somigli?
Mi sembra una profanazione... i libri di Fedra quando era ragazzina difendono la cassetta delle ceneri delle mie gatte.
Feticismo della memoria?
Forse..guardo su Google sterminate offerte di gatti piccoli e adulti di Associazioni animaliste rigorose, che richiedono procedure standard per l' affido..
Poi guardo una foto di Settembre con me stesa sul letto e Fiamma accoccolata sulla mia pancia.
Era ancora in buona salute e felice.
Non è ancora tempo.

Galleria Fico a Bologna!

Fico, la galleria natalizia per raggiungere la Convenzione del Pd..

Dopo la fontana girare a sinistra..
Solo ai bolognesi poteva venire in testa questa location..!!
 
 

Convenzione di Bologna: prime impressioni

Il mio giudizio è molto parziale, perchè ho potuto seguire solo, ma bene tutti i lavori di domenica.

Buono e unitario il lavoro sullo statuto, anche se considero fondate le critiche che sono venuti da alcuni sul numero eccessivo di firme per presentare candidature e documenti politici a livello nazionale.

Da alcuni interventi è apparso evidente che in molte federazioni e circoli non si era discusso preventivamente.

Per ciò che riguarda la parte più propriamente politica esprimo un certo stupore.

Martina e Del Rio specialmente, hanno segnato la mattina mettendo al centro la questione dello Ius soli, Ius culturae, e abrogazione della Bossi - Fini proponendole come iniziative centrali del Pd nell'azione di governo.

La stessa richiesta di abrogazione dei decreti sicurezza è rimasta importante ma subordinata a questi primi obiettivi.

Zingaretti, con passione, ha ripreso questa centralità nell'intervento finale.

La questione a questo punto è molto delicata.

Nel governo penso che i renziani e Leu saranno d'accordo nel tentare queste modifiche legislative. I 5S certamente no.

Quindi?

Il mio caro amico sosteneva ieri che tale è stata la perentorietà della richiesta da far pensare che il Pd stia preparando una crisi di governo se queste modifiche legislative non passeranno.

Io non credo, ma certo adesso se si arretra si perde la faccia.

E' paradossale, secondo me, che sui punti fondamentale di politica economica e politica industriale si sia deciso di non prendere parola come partito ma di rimandare tutto al governo.

Che cosa abbiamo comunicato oggi ai cittadini italiani?

Temo cose parziali.

Ripeto, il mio giudizio è limitato alla giornata di domenica.

L'intervento che ho maggiormente apprezzato perchè più sistemico e completo sull'analisi della crisi del paese è stato quello di Giorgio Gori, e mi rirprometto di ascoltare con attenzione la relazione di Barca, che mi hanno detto essere stata molto precisa e ricca.

La comunicazione politica oggi sui giornali e sui media oggi comunque, dà conto sostanzialmente delle conclusioni del segretario, che hanno una evidente parzialità.

 

Bologna come Hong Kong

Sto partendo per Bologna.
Ma a dire il vero i miei pensieri..come in sottofondo...continuano a veleggiare verso Hong Kong.
"Un paese due sistemi "
La cifra politica per il dopo protettorato inglese sembra non poter funzionare.
Una rivolta di popolo cosi estesa non può essere indotta.
Oggi i soldati cinesi in versione boys scout sono entrati a ripulire le strade.
Ma se il Presidente cinese, come ha già detto, farà valere la "forza immensa dello stato", tutto cambierà in Asia e nella percezione del ruolo internazionale della Cina.
Non sarà come in Ucraina..i soldati russi che entrano senza i segni militari di riconoscimento e alimentano una lunga guerra a bassa tensione..
In fondo Bologna non é così lontana da Hong Kong.
 

Ciao Iginio

Condivido il senso di questo post.
Di mio aggiungo che mi sembra paradossale che molti di noi non sapessero che era venuto a curarsi e forse a vivere a Cuneo.
Troverò la foto dell'estate 1975, quando Iginio fece con Angela Migliasso e me uno scapigliato viaggio in Sicilia e certo ho conservato le tessere semplici delle formichine che simboleggiavano il Movimento Cittadini per l' Ulivo.
Domani faccio un salto a Bologna.
Ci fosse ancora stato ci avrebbe aiutato.

Un altro doloroso lutto per la sinistra della mia generazione: è morto Iginio Ariemma...E' stato un dirigente importante del Pci piemontese e nazionale. Ed è stato tra i massimi collaboratori di Achille Occhetto nel preparare e gestire la svolta della Bolognina...Ci eravamo conosciuti durante la comune militanza nel Pci di Berlinguer e ultimamente ci eravamo ritrovati in occasione di una bella iniziativa: la presentazione dei "Diari" di Bruno Trentin. Di quest'ultimo grande dirigente della Cgil e della sinistra europea, Ariemma era diventato il curatore della pubblicazione delle opere. Mi auguro che la sua preziosa eredità sia raccolta da altri per continuare la meritoria pubblicazione del resto delle opere e dei diari di Trentin. Di suo, Iginio Ariemma, ha pubblicato libri importanti sulla storia del Pci e il primo organico studio sulla biografia politica di Trentin. Era una persona colta, rigorosa, serena e modesta, qualità oggi rarissime nel campo della politica, ma indispensabili da recuperare e ripristinare. Condoglianze alla famiglia e alla Fondazione Di Vittorio presso cui operava Iginio.

La certezza della disoccupazione gela il cuore

Sembra che la vicenda dell'Ilva acceleri e stia precipitando verso la chiusura programmata degli altoforni ... le ricostruzioni, le accuse si moltiplicano...poche le assunzioni di responsabilità.
Crisi di sistema per il nostro paese, dove anche su una tragica vicenda di deindustrializzazione i tutti si scatenano contro tutti..
La disoccupazione per migliaia di operai che si sta preparando sotto gli occhi di un paese impotente gela il cuore.
Mia padre era un operaio molto specializzato, che come molti suoi compagni di lavoro fu improvvisamente licenziato dalla General Motors a Novara.
Non c' era ancora lo Statuto dei lavoratori... dopo qualche mese trovò un altro lavoro in una piccola fabbrica in provincia.
Ma quel licenziamento lo schiantò dentro, e non fu mai del tutto superato.
Per me quei giorni restano vividi e contemporanei, come fosse ieri.
Per questo oggi il mio pensiero va agli operai dell' Ilva, più che al Pil nazionale.
La certezza della disoccupazione gela il cuore.
 

Lo scempio del maltempo

Sullo scempio dell alta marea che inghiotte Venezia ...
Zaia si indigna e chiede.
"Perché il Mose non funziona"?
Non sapevo che Zaia fosse presidente delle Marche.

Videoblog



Così come Syriza in Grecia non era il futuro profetico per la sinistra italiana, così non dobbiamo considerare che la sconfitta di Miliband in Inghilterra sia esattamente trasponibile nel dibattito della sinistra italiana. In Inghilterra ha pesato potentemente lo straordinario successo del partito nazionalista scozzese. Non facciamo equazioni troppo semplici. In Italia aspettiamo l’esito delle elezioni amministrative. Credo andranno bene, anche se peserà la disaffezione degli elettori vrso le elezioni locali. La formazione delle liste in Campania è il simbolo di un grave problema che si sta determinando nel PD: non basta imbarcare tutti per vincere. Bisogna vincere lealmente, con persone presentabili.

Ultime da Facebook

Il mio partito

Partito Democratico